La Storia

E' lo sci Club più importante della nostra regione e uno fra i primi in Italia.

Lo ``Sci Club Sestola``

E' lo sci Club più importante della nostra regione e uno fra i primi in Italia.
Negli anni trenta operava in Sestola la G.I.L. e l' O.N.B. (Opera Nazionale Balilla), della quale furono presidenti Sirio Tintorri e il Dott. Formigini: associazioni che si sciolsero con l'inizio della guerra.
Nel 1935 diversi sciatori sestolesi parteciparono a gare sciistiche, ottenendo sempre buoni risultati come, ad esempio, il primo posto nel Campionato Tosco - Emiliano - Romagnolo nella staffetta, conseguito dalla squadra formata da Cesare Bastai, Domenico Magnani, Battista Quattrini e Ettore Battaglia.
Subito dopo la fine della guerra, fu fondato, il 12 febbraio 1946, lo ``SCI CLUB SESTOLA``, il cui impegno è sempre stato rivolto all'avviamento e alla crescita dei giovani. Nel 1950, proveniente dal Terminillo e coniugatosi con la sestolese Franca Menetti, Vitaliano Rossi fondò a Sestola la prima Scuola di Sci dell'Emilia-Romagna ed entrò subito a far parte del sodalizio.
Negli anni '50 si misero in luce Franca Menetti e Franco Pianelli, giunti a far parte della Nazionale. Dopo una lunga trentennale parentesi altri due sciatori sestolesi (Roberto Boselli e Barbara Milani) sono riusciti a vestire la maglia ``azzurra``.
Come risultati agonistici il Club è, da più di 10 anni, il 1° Sci Club assoluto a livello regionale e gravita tra il 10° e il 20° posto a livello nazionale (su circa 1.500 Società iscritte alla F.I.S.I.), vincendo titoli nazionali assoluti nelle categorie giovanili e piazzando, come visto sopra, alcuni suoi atleti nelle squadre nazionali maggiori.
Lo ``Sci Club Sestola`` è stato organizzatore di innumerevoli manifestazioni, delle quali le più importanti sono state il Campionato Italiano ``Allievi`` e ``Ragazzi`` (1991), varie gare F.I.S. maschili e femminili, la Coppa Europa Femminile (1993), la Finale Nazionale ``Trofeo delle Regioni`` (1995), il Campionato Italiano Universitario di sci nordico e di sci alpino (1997).
Da ricordare pure le TOMBIADI, svoltesi a fine marzo 1988. Alla fine del 1987 esplose il fenomeno ``Tomba``, come conseguenza delle sue prime strabilianti vittorie. Sestola e il Cimone programmarono una gara F.I.S. di slalom gigante, cui dovevano partecipare i maggiori atleti internazionali del momento. La gara si trasformò, dopo le ulteriori vittorie di Alberto Tomba, in una esibizione dell'astro nascente dello sci nazionale e denominata ``Tombiadi`` dall'entusiasmo dei suoi numerosissimi sostenitori, primi fra tutti i componenti del ``Tomba Club`` di Sestola, il primo che ha poi seguito il campione nelle sue numerose gare in tutto il mondo. Le ``Tombiadi`` ebbero un notevole impatto pubblicitario: momento massimo della manifestazione fu la coloratissima sfilata lungo la via principale del paese, seguita, oltre che dalla popolazione locale, dai numerosi sostenitori venuti da tutta la Regione.